Virus e Spam

E' importante e doveroso che ogni pc attaccato alla rete abbia un un sistema di antivirus con le definizioni aggiornate. 

Sarebbe opportuno non aprire mai allegati di mail sospetti perche' potrebbero contenere virus che per qualche ragione non sono stati fermati dagli antivirus (le definizioni non sono aggiornate non sono ancora uscite le definizioni per quel virus, c'e' una variante di una definizione, non ci sono definizioni per quel virus, ...). Un mail sospetto potrebbe essere un mail che proviene da un indirizzo che non conoscete o che anche se proviene da un indirizzo che conoscete ha un subject strano (spesso in inglese). In ogni caso non aprite mai gli allegati di mail di cui non comprendete appieno il senso, anche se sembrano provenire da persone note. 

Chi utilizza Outlook deve togliere dalle opzioni la visione dell'anteprima del mail. 

I virus, da qualche anno, tra le altre cose compongono in maniera casuale il from del messaggio. Questo significa che non e' detto che, se il messaggio sembra provenire dalla persona tizio@dominio.it, sia il suo pc ad essere infetto. Viceversa se ricevete risposte automatiche di mail server che vi dicono che il vostro pc e' infetto, potrebbe essere che un altro pc infetto ha spedito il mail con il virus mettendo nel campo from: o replyto: il vostro indirizzo. 
Per quanto riguarda lo spam e' importante non rispondere mai a messaggi di cui non comprendete completamente il senso e che vi dicono cose del tipo: 
- grazie per la tua sottoscrizione (e voi non vi siete mai iscritti..) 
- se non vuoi piu' ricevere questi messaggi rispondi ... 
I messaggi spam vengono spediti a classi di indirizzi e chi ha spedito non sa se esistono veramente, se voi rispondete dite allo spammer questo indirizzo e' valido e quindi lui lo mettera' nei suoi archivi e lo usera'. 

MARCATURA DELLO SPAM

Il nuovo servizio di posta elettronica “marca” i potenziali messaggi di SPAM anteponendo al Subject del messaggio la dicitura “[FORSE SPAM:XXX]. Il numero di “X” è variabile: maggiore il numero delle “X” maggiore è la probabilità che il messaggio sia SPAM. La marcatura consente agli utenti di creare un filtro sui propri client di posta o sull’accesso via WEB in modo da spostare i mail sospetti in una cartella diversa per un esame successivo.

ATTENZIONE: la marcatura dei messaggi non dà la certezza che il messaggio sia SPAM ma solamente una probabilità; è quindi responsabilità dell’utente verificare che tra i messaggi marcati non vi siano messaggi leciti.

Approfondimenti: 
Liste e descrizioni degli ultimi virus/worm usciti

http://www.cert.org/advisories/CA-2004-02.html 
http://securityresponse.symantec.com/avcenter/vinfodb.html 
http://www.trendmicro.com/vinfo/ 
http://it.mcafee.com/virusInfo/default.asp 
http://www.sophos.com